Le storie che non voglio smettere di raccontare

Quella mattina del 14 gennaio 2008 mi sono accorto che ci sono storie che non bisognerebbe mai smettere di raccontare. Questa foto riesce ad essere ponte tra passato, presente e futuro della storia italiana, ci racconta di un uomo che ancora crede nella legalità e va ad insegnarla ai giovani. Ho molta fiducia nei giovani e giovanissimi; vedo che, come per magia, si fanno portatori di onestà, rispetto delle regole, costruzione del futuro, valori che la mia generazione e quella precedente alla mia hanno ignorato. Anche per quest’anno il mio impegno sarà raccontare storie di donne e uomini

Contadino /viticoltore di Castiglione di Sicilia  © ph. Armando Rotoletti
Contadino /viticoltore di Castiglione di Sicilia © ph. Armando Rotoletti

che danno testimonianza fattiva e dei territori, loro stessi rivelatori dell’impegno della gente che vede nel lavoro e nella cura della terra e dei paesaggi una missione fondante della vita.

Buon Anno!

Armando

ps La roccia lavica come la costituzione: basi per trarne beni preziosi come del buon vino e della buona vita sociale da parte di chi sa lavorarle… Il contadino come il magistrato.

Rispondi